Vacanze 2021: come comportarsi in Italia e all’estero

- Gran Shopping Mongolfiera Molfetta

L’Italia, quasi tutta in zona bianca, è ufficialmente entrata nella stagione estiva grazie anche alla campagna vaccinale estremamente proficua. 

La voglia di viaggiare, dopo mesi e mesi di chiusure, è alle stelle, ma la regola principale rimane una: prudenza. Vediamo insieme quali norme dovremo seguire tutti per ritornare a viaggiare in totale sicurezza.

 

Il green pass 

Parliamo di un certificato che attesti l’avvenuta vaccinazione, o il risultato negativo di un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti oppure ancora l’avvenuta guarigione dal virus da non più di sei mesi. Il green pass servirà anche per prendere parte  a banchetti e matrimoni.

Utile per gli spostamenti in Italia, in attesa di quello elettronico, sarà sufficiente esibire la documentazione vaccinale, il certificato di fine isolamento o un referto del test antigenico negativo.

 

La vacanza in Italia

Molti italiani, come accaduto per lo scorso anno, preferiranno il turismo di prossimità e opteranno per soluzioni diverse dall’hotel tradizionale. Spazio quindi ad affitti brevi, case vacanza e viaggi in barca per evitare gli assembramenti e vivere serenamente il periodo di ferie. 

Le bellezze locali verranno riscoperte e valorizzate grazie a percorsi enogastronomici e  culturali di grande rilievo.

Muoversi all’interno del territorio italiano all’interno delle zone bianche ovviamente, non sarà complesso. 

 

La vacanza all’estero

Per chi, invece, desidera trascorrere qualche momento di spensieratezza oltre i confini nazionali, il green pass non è sufficiente. 

Il documento di riferimento è il certificato digitale europeo, valido per i paesi dell’Unione, e che consente gli spostamenti senza limitazioni.

Il suggerimento resta quello di, consultare, prima della pianificazione del viaggio, le regole presenti nel paese che abbiamo intenzione di visitare.